mercoledì 28 ottobre 2015

Fumarsi un Felino






Oggi era praticamente impossibile non sentire la notizia del rapporto OMS sulle carni cancerogene e affini.
Il primo effetto negativo della notizia non è stato il crollo immediato delle vendite di carne e insaccati vari, ma lo sciame di puttanate da cerebrolesi che subitaneo s'è scatenato sui vari social, un'escalation di ritardo mentale come non se ne leggeva da un po'. Esempio:

 http://www.repubblica.it/tecnologia/social-network/2015/10/27/foto/rapporto_oms_la_carne_rossa_e_cancerogena_l_ironia_sul_web-126002528/1/#5


Ma tornando alla notizia, come tutti gli annunci clamorosi ovviamente anche questa sarà tutta una pagliacciata pilotata dalle solite lobby, che dietro titoloni apocalittici cercano di orientare gli usi e costumi della gente. La realtà delle cose forse è spiegata qui:

http://www.worldsocialagenda.org/3.3-Cina-carne-e-sostenibilita/ 


Che poi paragonare una bistecca al tabacco o all'amianto è davvero una barzelletta, dai.
Io comunque in cantina ho ancora due salami di Felino, a questo punto non so se mangiarli o fumarmeli, a sentire i professoroni gli effetti sulla salute dovrebbero essere i medesimi.



lunedì 26 ottobre 2015

Donne di plastica




Ora, è vero che le passioni riguardano qualsiasi ambito dell'umana conoscenza. 
C'è niente da discutere.

Pero' in giro per la rete ho trovato codesto forum: http://dollforum.com/forum/viewforum.php?f=89

Questi personaggi escono pazzi per le bambole di plastica. 
Non sto parlando delle Barbie, le Tanya o qualche altro articolo della Giochi Preziosi, sto parlando di riproduzioni in scala 1:1 di ragazze in carne e ossa.







Le Real Doll sono a oggi le piu' realistiche bambole sessuali del mondo. 
Il realismo va oltre il semplice aspetto, hanno uno scheletro in PVC che le permette di assumere le stesse posizioni di una persona vera, le articolazioni sono in acciaio inossidabile (visto mai che piglia la ruggine...), e il corpo è in silicone per darti la stessa sensazione di quando palpi una donna vera. Anche il peso è (quasi) realistico: 40 kg a secco, non proprio agilissime da trasportare. Quelle gonfiabili erano piu' comode.



Ogni tanto c'è da fare il tagliando...




Questa parte già coi vizi. No good...



 Purtroppo i prezzi non sono popolarissimi: si parte da 4.000 dollari, ma si puo' arrivare anche a 10.000, a seconda del livello di realismo e degli accessori. Ci sono le parrucche, i vestiti, le unghie finte, la faccia smontabile, che se un bel giorno ti stufi e la vuoi con un'altra espressione, la puoi cambiare senza problemi. Io sto già meditando l'acquisto, l'anno prossimo al mare ci vado con la mia gnagna di plastica. Un figurone.







venerdì 16 ottobre 2015

POCA SPESA TANTA RESA





 Una volta c'erano le moto che erano moto,  con cui potevi fare molte cose, senza tante paure, senza buttare troppo denaro e potevi farci il giro del mondo e le vacanze in Sardegna con la morosa e la tenda.
Esistono ancora adesso, quelle non finite dai rottamai.



Kawasaki KLE 500: i prezzi vanno dai 1000 ai 2500 euri, a seconda dell'annata (1991/2007).
Niente elettronica, niente fronzoli, molta sostanza e consuma niente. Ci sa mettere le mani anche un maniscalco. Una moto che è una mula, puoi anche sbagliare a mettere l'olio, digerisce pure quello di girasole.








L'intramontabile Dominator. Prezzi che oscillano tra gli 800 e i 2500 euri (le annate vanno dal '88 al 2001), moto difficile da trovare in ottime condizioni ma con un po' di pazienza le si scova. 
C'è sempre qualcuno che se l'è dimenticata alla casa al mare o in un pollaio. Oppure la porti via così com'è spendendo il meno possibile, la sistemi e ci fai ancora il giro del mondo tre volte.















Non ti piacciono i plasticoni e vuoi una moto vera? Si trovano in ottimo stato delle Kawasaki ER5 o le Honda CB500, a prezzi stracciati perchè ste moto non le vuole piu' nessuno. Dagli 800 ai 1700 euri. Cosa ci compri con 800 euri? Uno scooter rotto o rubato, forse. Consumi nell'ordine dei 23 km/l.










Altro mezzo da "guera": il DR 650 SE. Difficile da trovare, chi ce l'ha se la tiene stretta e quando la vende è da buttare. Ci puoi fare di tutto: andare al lavoro, a fare la spesa la usi pure come carrello, poi fai il pieno e parti per un giro infinito sulle Alpi occidentali. Ma chi t'ammazza? In Canada e Australia la vendono ancora, da noi no perchè abbiamo dei colletti bianchi troppo intelligenti.











 


Vabbè, "si è verificato un errore nel gadget"





Comunque di tutta sta mercanzia per il momento non ce ne facciamo niente perchè piove, ciononostante ricordate che questo è il periodo migliore per comprare una moto a prezzi da ridere. Vi lascio in compagnia di un pezzo degli Stones con annesso video rizzacazzi, un po' di faiga si sa che fa sempre bene alla prostata.