lunedì 6 febbraio 2017

Imparate un mestiere, bastardi


 



Il personaggio è colorito ma il messaggio è giusto.

A volte mi domando come mai quando ho terminato io gli studi (ormai parliamo di ventidue anni fà) c'erano più ragazzi che si dedicavano a imparare un mestiere. Oggi puntano tutti al posto di prestigio, da manager o sa il cavolo. Va bene che ognuno ha le proprie aspirazioni ma bisogna anche essere realisti e valutare bene le opportunità che offre il mondo del lavoro, che siano quì in Italia (ormai poche) piuttosto che altrove. 

Io ad esempio non mi sono mai pentito della scelta che ho fatto. All'epoca mi davano tutti contro dicendo che arrivato a quarant'anni mi sarei ricreduto ma così non è stato. Oggi bene o male non mi manca niente e col mestiere che faccio non ho mai risentito della crisi. Adesso i tempi sono decisamente cambiati però, ancora, non riesco a capire perchè ci sia tutta questa carenza di persone, questo disinteresse totale verso certi tipi di lavori. Mestieri che a volte non sono soltanto duri e stressanti ma anche ricchi di soddisfazioni.

Vabbè, prossimo post parlo di gnagna che è meglio.



venerdì 3 febbraio 2017

Bei tempi (parte 53)


The Incredible 100 Boob Jump - Quick Fix di X-TremeVideo 


Il summenzionato video l'ho trovato casualmente durante una classica sera a base di vino e deja vù, in cui ci siamo messi a cercare sul tubo dei filmati sul genere dei primi Crusty .

Non esiste cosa più deprimente che avere conservato delle videocassette d'annata e essersi dimenticati di conservare anche un videoregistratore per poterle guardare. Tra l'altro un videoregistratore che legga il formato NTSC, tra l'altro.



Crusty Demons 2 - Fleshwound Films di X-TremeVideo 


Bei tempi quando imperversavano le videocassette.

Se avevi voglia di guardare un pornofilm dovevi uscire di casa imbacuccato con sciarpa, cappello e occhiali e magari spararti 60 km per andare in un sexy shop lontano da casa, il tutto per salvaguardare la propria privacy e mantenere un certo "rigore morale" agli occhi della società.

Poi una volta dentro incontravi tutti quelli del tuo paese che guarda caso avevano avuto la tua stessa pensata. Bei tempi quelli.

Al giorno d'oggi invece è tutto più semplice. Possiamo farci una sega in qualsiasi luogo e in ogni momento del giorno abbiamo il porno a portata di mano (in tutti i sensi). Si è perso quel brivido dell'andare a procacciare del materiale pornografico di nascosto e poi masturbarsi, in pratica metà dell'eccitazione non esiste più.




Ma tornando ai video "d'antan", ricordo ancora come fosse ieri del giorno in cui ci imbattemmo nel primo Crusty, era il '95 o giù di lì. 

Rimanemmo scioccati per giorni, completamente sconvolti.

Le nostre domande trovarono finalmente delle risposte. Come mai quando i piloti Ammerigani venivano a correre in Europa davano tre giri di pista a tutti? Semplice, bastava vedere come si allenano. A loro basta uscire dal garage e andare nel deserto dietro casa o nel canyon svoltanto l'angolo e cominciare a improvvisare, affinando la propria tecnica di guida divertendosi. Non c'è storia con i metodi Europei, costretti come siamo a girare come dei criceti all'interno dei soliti circuiti.

In seguito, da questa sorta di life style marasmatico (che manco a dirlo, noi adottammo subito come modello a cui ispirarci) nacque tutto il movimento dei Freestylari, tipo il Red Bull X-Fighters, una manifestazione che in realtà viene sovvenzionato dalle potenti lobby degli ortopedici ma nessuno lo dice. Il freestyle ultimamente ha raggiunto livelli tecnici impressionanti. A me però non piace molto, perchè ritengo ne abbiano snaturato lo spirito primordiale facendolo diventare una specie di baracconata circense (come spesso capita con le ammeriganate).

Preferisco ancora "le origini", i primi Crusty (anche se in versione monopixel). 


 
Crusty Demons Of Dirt - Fleshwound Films di X-TremeVideo